Come far esprimere attraverso lo spazio una intera divisione aziendale, i suoi valori, le priorità e gli obiettivi, il suo modo di collaborare in Italia e nel mondo? Ce lo siamo chiesti quando BASF Italia ci ha affidato l’allestimento dell’intero piano “Agricoltural Solutions” nel quartier generale di Cesano Maderno. I contenuti a cui dar voce in questo caso erano davvero molteplici. Per poterli raccontare in modo ordinato, fedele e coinvolgente, abbiamo scelto di utilizzare immagini e testi in una composizione modulare a più livelli, così da creare un effetto immersivo per il visitatore.

Partendo dalle proporzioni del logo BASF, abbiamo studiato una struttura modulare che crea una composizione a blocchi. Il mosaico generato da questa composizione organizza tutti i contenuti che raccontano l’impegno dell’azienda.

Grazie a questa struttura, gli ingressi sono diventati la tela su cui l’azienda ha raccontato il suo approccio al mondo dell’agricoltura, attraverso immagini di grande impatto visivo, citazioni, brevi frasi e parole chiave scelte con cura insieme ai referenti BASF.

Il piano è molto grande e suddiviso in due parti. Da un lato, ci sono l’ingresso, le sale riunioni e gli uffici dell’area l’Italia. Dall’altro, gli spazi equivalenti dedicati all’intera zona Sub-Region, nella quale operano e collaborano le nazioni della zona mediterranea e dell’Africa. Per ciascuna area, abbiamo fatto confluire il racconto visivo degli ingressi in una installazione lungo i corridoi che accompagnano il visitatore verso gli uffici e le sale meeting. L’installazione prevede una serie di “quadri” di grandi dimensioni, che rappresentano le colture tipiche di ogni area attraverso un trattamento in bianco e nero. La rappresentazione grafica degli elementi naturali trasforma la singola coltura in una componente simbolica e arricchisce il racconto che si sviluppa lungo le pareti. A ciascun quadro abbiamo poi affiancato una citazione o una breve frase dedicata, per completare l’installazione e creare un effetto “gallery”.

Altri progetti